Il più grande obiettivo dell’Industria 4.0 è quello di migliorare la produttività dell’azienda, incrementando i profitti e ottimizzando costi.

L’aumento della velocità di produzione e l’impiego delle nuove tecnologie digitali, da una parte aiutano ad innalzare il livello di efficienza e di produttività dei processi di produzione industriale, dall’altra, se non considerano il fattore umano, finiscono per scaricare il loro peso sui lavoratori con inevitabili ripercussioni negative sulla produzione e sull’azienda stessa.

Cosa valutare nel passaggio al 4.0?

Diventa imprescindibile ripensare i layout degli impianti produttivi e le stesse attrezzature utilizzate, con un occhio alla sicurezza e all’ergonomia, evitando il sovraccarico biomeccanico e i rischi per la salute dei lavoratori con l’insorgere di malattie professionali.

Nel settore dell’automazione industriale, guardando nello specifico alle linee di assemblaggio, nella movimentazione manuale dei carichi come nelle fasi di avvitatura è necessario ridurre il carico biomeccanico dovuto all’uso dell’utensile per abbassare il rischio che si manifestino nel tempo patologie muscolo-scheletriche.

Allo stesso modo, nell’utilizzo di moderni sistemi digitali per la gestione della produzione sono da considerare gli aspetti cognitivi legati all’impatto del nuovo strumento con l’operatore e all’usabilità.

Per comprendere meglio come aumentare i ritmi di produzione mantenendo sistemi di sicurezza per la salute dell’operatore analizziamo un caso concreto.

Il seguente case history è dimostrazione di come sia possibile aumentare la produttività e l’efficienza delle linee industriali grazie a componenti per l’ergonomia della postazione di lavoro.

linea ergonomica

Il case history Clerprem

Clerprem è un’azienda multinazionale che produce componenti destinati al settore Automotive e ferroviario. Nello specifico, nella linea di produzione oggetto d’intervento si effettua l’assemblaggio di un componente del sedile posteriore per un noto marchio di auto sportive: Porsche modello Panamera.

Quello che il nostro cliente finale chiedeva era di migliorare le condizioni di lavoro degli operatori impiegati nella linea di assemblaggio, per la maggior parte donne, più esposte al rischio ergonomico, ottenendo nelle stesso tempo un’avvitatura controllata necessaria a garantire l’elevato livello di qualità del prodotto finale richiesto.

Per individuare la soluzione che meglio si adattasse alle condizioni di lavoro della linea di produzione, abbiamo coinvolto gli stessi operatori – un team tutto femminile – studiando e valutando le specifiche necessità di ciascuna.

Per Clerprem abbiamo realizzato è la completa fornitura della componentistica necessaria a rendere la linea di assemblaggio ergonomica e ottenere la gestione e il monitoraggio del processo di avvitatura e delle fasi di lavoro dell’operatore.

I vantaggi

  • Completa tracciabilità della fase di avvitatura
  • Eliminazione dei rischi per la sicurezza
  • Condizioni ideali di ergonomia fisica e cognitiva del lavoratore
  • Processo di avvitatura completamente oggettivato
  • Flessibilità per l’operatore nell’area di lavoro

Ergonomia fisica e cognitiva

Per ridurre il rischio d’insorgenza di patologie muscolo-scheletriche, si è valutato l’utilizzo di uno strumento più snello per la movimentazione dei tool. È stato scelto un braccio di reazione articolato (BRT-V  SA) per una movimentazione flessibile nell’area di lavoro e per l’azzeramento del rischio ergonomico per il lavoratore

L’attenzione all’ergonomia dell’operatore viene garantita anche dal piano di lavoro regolabile, adattabile all’altezza della persona impiegata, e dalle luci dinamiche, che permettono un’ illuminazione adattiva secondo le esigenze specifiche del lavoratore e della fase di assemblaggio.

Human-Centered Manufacturing

Nel completo rispetto dei principi di ergonomia del lavoratore non ci si è limitati solo a prendere in considerazione la componente fisica ma anche quella cognitiva.

Abbiamo fornito un software ad elevata usabilità che agevola l’utilizzo degli strumenti digitali da parte dell’operatore. SMM – è un sistema integrato di gestione digitale dei dati, touch-screen con un interfaccia user-friendly, che migliora la cosiddetta user experienceUX – quindi il rapporto uomo-macchina.

Il sistema garantisce la tracciabilità dei dati e l’oggettivazione dell’intero processo consentendo una perfetta pianificazione della produzione con una gestione complessiva e aumentando la flessibilità.

Il software gestisce infatti diversi componenti:

Lean manufacturing

Secondo l’approccio Lean, la piattaforma software costituisce un sistema “Poka Yoke”, in cui il controllo del corretto svolgimento delle fasi di lavoro è affidato a un sistema che aiuta l’uomo a non commettere errori. Il software infatti abilita l’avanzamento delle fasi di lavorazione solo se il processo produttivo rispetta le condizioni stabilite in fase di programmazione dei cicli di lavoro. 

Flessibilità e attenzione all’ergonomia organizzativa della postazione di lavoro sono garantiti grazie all’integrazione con un sistema pick to light che riduce i tempi di attrezzaggio macchina SMED incrementando notevolmente la produttività della linea.

La persona al centro del processo

In conclusione, l’attività svolta dalla nostra azienda – BNP – è stata quella di fornire al cliente finale la completa componentistica necessaria a rendere una linea di assemblaggio di tipo tradizionale una linea ergonomica 4.0 !

Il nostro modus operandi vede “la persona al centro”. Non deve essere l’uomo a doversi adattare alle macchine e agli strumenti di lavoro, ma è l’ambiente in cui opera che deve essere pensato, studiato e realizzato su misura per il lavoratore.

Puoi conoscere maggiori dettagli sul nostro case history visitando il nostro sito: https://www.bnpsrl.com/it/clerprem-spa

Avatar

Pubblicato da Luisa Olivo

Digital Marketing Manager & Inbound Specialist in BNP Srl - Azienda che progetta e realizza soluzioni e componenti ergonomiche avanzate per l'industria manifatturiera.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *